I ricordi riaffiorano.


7-8-2017

Questa è solo la parte terminale del sogno.

Mi trovo e abito in una terra (non riconosco la Terra che oggi abito, questo non vuol dire comunque che non lo sia) e sono in compagnia del mio compagno, il nostro rapporto non è cambiato, è come quello di oggi. In una scena siamo costretti a prendere una decisione a causa di un invasione. (nessuna specifica, potrebbe essere una guerra tra popoli abitanti lo stesso territorio o altro)
Ci siamo rifugiati in un piccolo spazio buio, solo noi due, preoccupati cerchiamo di capire il da farsi. C'è tensione, un lungo silenzio e poi pronuncio una frase "usiamo gli anelli per chiamarli" guardando il mio compagno e le nostre mani contemporaneamente. Sulla mia mano destra c'è un grande anello dorato che prende lo spazio della prima falange, ricordo dei bagliori verdi. Probabilmente il dito è il medio. Il mio compagno è titubante. Non ricordo come continua.

Cambio scena: Una grande stanza luminosa, è pieno giorno, una luce molto forte, forse è estate. E' arredata molto regalmente, ricordo tanto oro. Una donna alta dalle larghe spalle con acconciatura e vestiario simile a quello del periodo greco/romano. Noto che è un pò nervosa, io e il mio compagno siamo di fronte a lei e discutiamo, c'è qualcosa che non va. Ad un certo punto lei prende una sorta di telefono nero (lo vedo simile  a quello dei nostri anni '60) sta chiamando qualcuno. E' preoccupata. In quel momento nella mia mente appare una visione: come se fossi all'interno di un drone, volo in verticale seguendo la linea di una costa rocciosa dal colore marrone chiaro e perfettamente verticale posta praticamente sul'oceano. Quando arrivo alla sommità vedo una piana, liscia con delle costruzioni particolari sopra: sono delle cupole bellissime fatte di un materiale scuro simile al vetro ricoperte di decorazioni dorate simili ad arabeschi. Come mi muovo volando, il riflesso del sole si sposta sulla superficie facendomi notare i diversi materiali e la loro riflettanza. Quello che mi sembra vetro è opaco, semi-scuro mentre i disegni sono in lastre d'oro appoggiate sopra più riflettenti.Seguono l'andamento della cupola perfettamente. Vedo due aperture o porte alte che terminano in semicerchio. 
Scendo con la visuale attratta da un movimento sulla sottile lingua di costa quasi bianca.
Vedo un uomo molto bello e di carnagione dorata, vestito solo di gonnellino borchiato (assomiglia al condottiero di Orione  - https://kaerisirioc.blogspot.it/2014/06/sogno-ottobre-2012.html ) che tiene in braccio una donna, anch'essa della stessa carnagione, capelli scuri e lunghi, vestita solo con un drappo leggero rosso fuoco. Lei è semi-svenuta e completamente bagnata, l'uomo l'ha raccolta dalle acque.  La veste è completamente aggrovigliata, segno che deve aver lottato molto per la sua vita. Quando l'inquadratura arriva alla loro altezza, l'uomo si gira verso di me e la donna si sveglia. Quando si rende conto, sul suo volto appare una smorfia di paura mista dolore e lascia andare la testa all'indietro, probabilmente sfinita.

Cambio scena: ritorno nella stanza d'oro e la donna è sempre preoccupata dopo la comunicazione.
Inquadro la sua mano sinistra che è posata sul tavolo mentre parla (a noi probabilmente) e noto che tutte le dita sono quasi totalmente ricoperte da anelli di varie fatture e sembianze.
Osservo. Molti sono d'oro ma alcuni sono di pietre semi-preziose lavorate. Questi hanno qualcosa dentro che si muove, una sorta di luminescenza che lampeggia e si muove. Altri anelli sono molto elaborati e decorati da brillanti e pietre preziose. 
Qualcosa mi distrae, non voglio andarmene, il mio compagno mi dice "dobbiamo andare" così rivolgo nuovamente l'attenzione alla donna e faccio STOP. La sequenza si blocca.


Commenti

  1. 7/8/2017 http://www.segnidalcielo.it/crop-circle-compare-a-monarchs-way-nel-warwickshire-uk-per-i-ricercatori-simboleggia-il-ritorno-del-re-kukulkan/

    RispondiElimina

Posta un commento

Post più popolari